Esistono vari tipi di rilevatori fughe gas, quelli più utilizzati sono i rilevatori di monossido di carbonio, i rilevatori di GPL e rilevatori di gas metano.

I rilevatori di monossido di carbonio (CO) hanno lo scopo di segnalare l’avvenuta fuga di monossido di carbonio prima che si presentino i sintomi dell’intossicazione.
Di norma il monossido di carbonio viene espulso con gli altri prodotti della combustione, ma in alcune circostanze, come malfunzionamenti, il monossido non viene espulso e inizia a saturare l’ambiente.
Nel momento in cui la concentrazione di CO in una stanza diventa anomala il rilevatore fa scattare un allarme.
E’ opportuno che venga installato un rilevatore di monossido di carbonio in tutte quelle stanze (generalmente bagno e cucina, ma non solo) in cui sono installati degli apparecchi a combustione.
Possono essere installati sia a soffitto che a parete.

Esistono anche segnalatori che combinano l’individuazione di fumo e quella di monossido di carbonio.
Anche i rilevatori di gas metano e/o gas propano liquido (GPL) funzionano con gli stessi principi dei rilevatori di monossido di carbonio.

Contattaci e sapremo consigliarti la migliore soluzione per te!